Progetto NuragicaMente

Lo studioso Marcelo Serra scrisse anni fa una delle pubblicazioni più significative sulla Sardegna dal titolo “La Sardegna quasi un Continente”. Con questo progetto ci proponiamo di generare nel popolo sardo una consapevolezza dell’importanza che la Sardegna e la sua storia hanno avuto nel corso del secolo.

Nuragicamente aveva l’obiettivo di generare e consolidare nel popolo sardo una consapevolezza dell’importanza che la Sardegna e la sua storia hanno avuto nel corso del secolo. Il progetto si articola in una serie di attività ed eventi itineranti volti a coinvolgere ed emozionare il più vasto pubblico possibile, sardo e non, con l’obiettivo di diffondere, con un linguaggio semplice e chiaro, conoscenza e interesse per l’antico Neolitico e Nuragico. civiltà per valorizzare territori e comunità di riferimento. Le iniziative proposte miravano ad avvicinare le persone alla storia e all’archeologia e più in generale alla cultura, in modo diretto e informale, utilizzando diversi canali di comunicazione e sensoriali. La cultura può portare cambiamenti positivi nella società. Le condizioni devono essere create favorendo la conoscenza e il dialogo dal basso in un’ottica di sussidiarietà e attuazione delle diverse componenti della nostra variegata società, nella convinzione che la cultura appartiene a tutti ed è di tutti.

In considerazione di quanto accaduto con la pandemia, a causa delle ordinanze Covid-19 e DCPM, il progetto originario è stato rimodellato per evitare raduni ed è stato privilegiato il sistema di comunicazione a distanza, tramite dirette sui social e video ad ambienti altamente suggestivi e contesti suggestivi come il nuraghe Domu e s’Orku a Sarroch da cui è partito l’evento con una diretta su Facebook. Durante le riprese, il pubblico ha avuto anche la possibilità di interagire direttamente nella trasmissione e contribuire ad arricchire i contenuti dei servizi che sono stati realizzati. Successivamente si sono svolti eventi a Santa Teresa Gallura con la partecipazione dello scrittore Sergio Frau e ad Arbatax e Dorgali dove il progetto ha consentito la presentazione (statica e dinamica) di una riproduzione di una barca nuragica. Quest’opera è realizzata dall’artista Andrea Loddo che insieme a uno staff di professionisti qualificati ha realizzato anche un cortometraggio sulla civiltà nuragica. Nel mese di dicembre, infine, si è concluso il progetto a Cagliari presso il sito di Monte Claro dove si è richiamata l’attenzione dell’opinione pubblica su un sito probabilmente di manifattura nuragica che dovrebbe essere scavato e studiato per la sua importanza e che si trova in stato di abbandono.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con altri partner tra cui: CSR4, Associazione Amici di Sardegna, S’Arrocca Onlus, ACENTRO, Antonio Gregorini, CASCOM, Itinerari di luce, Urbanchallengers events lda.

Nel corso dell’anno sono stati effettuati numerosi sopralluoghi e reportage giornalistici per coinvolgere nelle attività il maggior numero di comunità locali. Tra questi: Sarroch, Santa Teresa Gallura, Tortolì, Arbatax, Dorgali, Cagliari, Goni, Suelli e altri.

Nuragicamente project

Years ago the scholar Marcelo Serra wrote one of the most significant publications on Sardinia entitled “Sardinia almost a Continent”. We this project we aim at generating in the Sardinian pople an awarness of the importance that Sardinia and its history has had over the century.

Nuragicamente had the goal of generating and consolidating in Sardinian people an awarness of the importance that Sardinina and its history has had over the century. The project is divided into a series of itinerant actvities and events focused on involving and thrilling the widest possible audience, Sardinian and non-Sardinian, with the aim of spreading, with a simple anc clear language, knowledge and interest in the ancient Neolithic and Nuragic civilizations to enhance territories and communities of reference. The proposed initiatives aimed at bringing people closer to history and archeology and more generally to culture, in a direct and informal way, using different communication and sensorial channels. Culture can bring positive changes in society. The conditions must be created by fostering knowledge and dialogue from below with a view to subsidiarity and the implementation of the various components of our varied society, in the belief that culture belongs to everyone and is for everyone. In consideration of what happened with the pandemic, due to the Covid-19 ordinances and DCPMs, the original project was remodeled in order to avoid gatherings and the remote communication system was privileged, through direct on social networks and videos to the in highly evocative and suggestive contexts such as in the nuraghe Domu and s’Orku in Sarroch from where the event started with a live broadcast on Facebook. During the shooting, the audience also had the opportunity to interact directly in the broadcast and contribute to enrich contents of the services that have been created. Subsequently, events were held in Santa Teresa Gallura with the participation of the writer Sergio Frau and in Arbatax and Dorgali where the project allowed for the presentation (both static and dynamic) of a reproduction of a Nuragic boat. This work is created by the artist Andrea Loddo who together with a staff of qualified professionals also made a short film on the Nuragic civilization. Finally, in December the project ended in Cagliari at the Monte Claro site where the attention of public opinion was drawn to a site that probably of Nuragic manufacture which should be excavated and studied for its importance and which is in a state of neglect. The project was carried out in collaboration with other partners including: CSR4, Amici di Sardegna Association, S’Arrocca Onlus, ACENTRO, Antonio Gregorini, CASCOM, Itinerari di luce, Urbanchallengers events lda. During the year, numerous inspections and journalistic reports were carried out in order to involve the largest number of local communities in the activities. Among these: Sarroch, Santa Teresa Gallura, Tortolì, Arbatax, Dorgali, Cagliari, Goni, Suelli and others.

Menu